Cosa significa agricoltura di precisione?

La crescita esponenziale della popolazione mondiale ha provocato un aumento significativo della domanda di prodotti agricoli. Ma, allo stesso tempo, le capacità di approvvigionamento si stanno riducendo a causa della ridotta disponibilità di terra e dei cambiamenti climatici. Quindi, per nutrire le circa 8,5 miliardi di persone c’è un urgente bisogno di nuove tecniche di produzione alimentare, una maggiore efficienza delle pratiche attuali e la riduzione dell’impronta ambientale dell’agricoltura. 

Gli analisti affermano che è necessaria una rivoluzione “agri-tecnologica” e l’agricoltura di precisione sta emergendo come la soluzione più innovativa ed efficace. L’agricoltura di precisione mira a perfezionare l’accuratezza e il controllo nella gestione dell’azienda agricola per aumentare le prestazioni e l’impatto ambientale, riducendo al contempo input e costi. Questa tecnica sfrutta la tecnologia dell’informazione e una vasta gamma di tecniche come guida GPS, sistemi di controllo, sensori, robotica, droni, veicoli autonomi, tecnologia a velocità variabile, campionamento del suolo basato su GPS, hardware automatizzato, satelliti e riconoscimento delle immagini. Prendendo come esempio un determinato terreno, l’agricoltura di precisione gestisce ed ottimizza gli input in base alle effettive esigenze colturali e le proprietà di quel terreno.

I droni sono una soluzione alle principali sfide nell’ambito dell’analisi del suolo e del campo, della semina, dell’irrorazione dei raccolti, delle valutazioni della salute delle colture, del monitoraggio e dell’irrigazione sperimentate. Ad esempio, la tecnologia dei droni in combinazione con il riconoscimento avanzato delle immagini può essere utilizzata per rilevare problemi di nutrienti e malattie prima che siano visibili all’occhio umano. Fertilizzanti, pesticidi ed erbicidi saranno forniti alle piante incapsulate in nanoparticelle, consentendo il rilascio lento e sostenibile di sostanze nutritive e prodotti chimici per l’agricoltura, riducendo e persino eliminando il grande deflusso di fertilizzanti che causa l’inquinamento dei nostri corsi d’acqua. Allo stesso tempo i nano-biosensori forniscono informazioni sui livelli di pesticidi nelle colture consentendo un monitoraggio più preciso. 

Valutazioni economiche

La dimensione del mercato è destinata a raddoppiare, ma solo nei paesi sviluppati. Inoltre, gli esperti prevedono che l’enorme domanda di cibo da parte della popolazione in aumento, in combinazione con le mutevoli condizioni meteorologiche indotte dai cambiamenti climatici e le iniziative governative verso l’adozione di moderni processi agricoli rispettosi dell’ambiente, guideranno il mercato dell’agricoltura di precisione. L’impatto maggiore si vedrà nei paesi con economie sviluppate e grandi terreni agricoli, in particolare in Europa e negli Stati Uniti. Si prevede che il mercato globale dell’agricoltura di precisione crescerà da 4,84 miliardi di USD nel 2018 a 10,16 miliardi di USD entro il 2024 e continuerà a crescere verso il 2030. Pur offrendo la possibilità di ridurre il lavoro manuale e quindi la manodopera legata all’agricoltura tradizionale, l’agricoltura di precisione creerà nuovi posti di lavoro nelle zone rurali per la manutenzione e la produzione delle nuove apparecchiature ad alta tecnologia. È inoltre necessaria forza-lavoro per il collegamento e analisi dei dati delle varie tecnologie in modo che possano essere tradotti e pronti all’uso. Ci si aspetta un impatto minimo o nullo nei paesi in via di sviluppo, dove gli agricoltori producono cibo per una parte sostanziale della popolazione mondiale, pur essendo allo stesso tempo poveri, con insicurezza alimentare e con accesso limitato a elettricità, acqua, mercati e servizi. Inoltre, richiede investimenti iniziali molto elevati per piccole realtà e questo aspetto frena molte piccole aziende ad abbracciare queste tecniche

L’esempio di Agrisfera

In Italia le aziende che hanno adottato i principi e le tecnologie dell’agricoltura di precisione sono poche e gestiscono meno dell’1% della Sau (Superficie Agricola Utilizzata) nazionale. Strumentazioni come la guida parallela e le mappe di produzione e prescrizione sono sfruttate da un numero limitato di aziende agricole. Inoltre, pedometri e robot per la mungitura sono perlopiù assenti nella maggior parte delle stalle. Un brillante esempio di agricoltura di precisione in Italia è rappresentato da Agrisfera, cooperativa di Ravenna che possiede circa 4mila ettari di terreno. L’azienda ha iniziato da circa un decennio ad utilizzare la tecnologia per migliorare la produzione e risparmiare tempo e risorse. Il primo intervento ha riguardato la geolocalizzazione dei terreni per accelerare i processi relativi alla Pac (Politica agricola comune: identifica l’insieme delle regole e dei meccanismi con cui l’UE ha regolamentato il comparto agricolo). Il passo successivo è stato quello di implementare tecnologie Gps per la riduzione degli errori in campo, spiega Giovanni Gambi, direttore generale di Agrisfera. Questo ha permesso di ridurre inefficienze dei trattoristi che si traducevano in passaggi ripetuti nella stessa zona di campo oppure assenza di fertilizzazione in alcune zone. Questo problema è stato risolto grazie all’utilizzo della guida parallela: il margine di sovrapposizione delle linee del trattorista si è ridotto dall’8-10% a meno dell’1% in una giornata intera. Oltre all’aumento di produzione annuale, queste innovazioni hanno consentito di risparmiare in minori costi di produzione e circa €77,6 ad ettaro per un ammontare totale di 199mila euro circa. Considerando che l’azienda ha speso nell’ultimo decennio 195mila euro per l’acquisto di sistemi di guida Gps e sensori, in un solo anno sono riusciti a ripagare l’intero investimento. Questo è un esempio di come l’agricoltura di precisione sia uno strumento efficace e profittevole, a fronte di un significativo investimento iniziale. 

CropX Technologies all’avanguardia nel settore

CropX Technologies è una delle numerose aziende che utilizzano l’agricoltura di precisione ottenendo risparmi significativi di acqua, fertilizzanti, energia e manodopera. La tecnologia di CropX è stata testata sul campo con ottimi risultati come il 30% di risparmi idrici. Il loro primo prodotto è stato venduto nel 2017 ed ha rappresentato uno strumento rivoluzionario di gestione agricola: una piattaforma composta da un sensore del suolo unico e integrato in una piattaforma di big data insieme a tutti i livelli di dati rilevanti aggiuntivi. L’azienda utilizza modelli che si adattano costantemente alla fase di crescita del raccolto ed alle mutevoli condizioni del suolo e del tempo, fornendo raccomandazioni specifiche per generare un miglioramento della resa del raccolto del 10%. Per rendere di nuovo sostenibile l’attività agricola, ottimizzano gli input e monitorano il movimento dell’acqua e dei prodotti chimici nel suolo per ridurre al minimo l’inquinamento ambientale e prevenire il deflusso e il dispendio di risorse non necessarie. CropX ha inoltre creato un’App che fornisce informazioni utili agli users; ad esempio, può aiutare a capire esattamente quanto irrigare il campo, fornendo una previsione che si adatta costantemente alle mutevoli condizioni del campo. Analizzando la crescita delle coltivazioni rispetto ai modelli colturali, il software è in grado di prevedere le esigenze della coltura e la crescita prevista. Può inoltre rilevare qualsiasi deviazione e identificare la variabilità del campo nella fase iniziale e la non uniformità della crescita delle colture. Un altro compito essenziale del programma CropX è la gestione dell’azoto per ridurre al minimo la perdita di raccolto. Questo grazie ad un complesso sistema che integra modelli di colture, immagini satellitari e dati sulle previsioni del tempo insieme ai dati del suolo per creare raccomandazioni specifiche per l’applicazione dell’azoto in una determinata zona.

L’agricoltura di precisione si presenta come una soluzione efficace al problema dell’incremento della domanda di beni alimentari. Nonostante i costi iniziali elevati, i benefici sono immediati e consentono un ritorno notevole. In Italia queste tecnologie sono ancora poco utilizzate; tuttavia, l’agricoltura di precisione svilupperà sempre di più il proprio potenziale come servizio integrato di tecnologie avanzate e competenze agronomiche. L’adozione, infatti, permette di diminuire, fino ad annullare quasi completamente, gli sprechi di input e crea risparmi di fattori superflui ai fini produttivi e nocivi dal punto di vista ambientale.

Fonti:

https://agriregionieuropa.univpm.it/it/content/article/31/53/agricoltura-di-precisione-italia-unopportunita-di-aggiornamento-delle
https://webcache.googleusercontent.com/search?q=cache:LVlWc2ybqzEJ:https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeAttachment.php/L/IT/D/3%25252Fa%25252Fa%25252FD.36e2eae45a403f206d9a/P/BLOB%253AID%253D10349/E/pdf+&cd=15&hl=it&ct=clnk&gl=it&client=safari
https://terraevita.edagricole.it/nova/nova-agricoltura-di-precisione/agricoltura-di-precisione/
https://agriregionieuropa.univpm.it/it/content/article/31/53/lanalisi-economica-dellagricoltura-di-precisione-criteri-generali-e
http://www.agrisfera.it/attivita/agricoltura/
https://www.cropx.com
http://news.agropages.com/News/NewsDetail—33725.htm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *